Email marketing: 6 consigli che potenziano la tua strategia


L’email marketing è un ottimo modo per far conoscere ai tuoi clienti promozioni o offerte speciali. Ad esempio, puoi annunciare il lancio di un nuovo business online o puoi comunicare la vendita di un nuovo prodotto.

Puoi targetizzare specifici utenti che potrebbero essere interessati al nuovo prodotto ideato per una specifica nicchia e inviare loro un’email promozionale. Le campagne di email marketing sono anche un ottimo modo per incoraggiare i clienti a continuare a frequentare il tuo e-commerce (lead nurturing) o rientrare nel tuo business funnel.

Come ci ricorda Federico Pischedda, gli obiettivi del lead nurturing sono:

  1. Awareness: far conoscere il brand tramite i diversi canali offline e online
  2. Consideration: i contenuti mirano a stimolare l’interesse attorno al brand lavorando sull’intenzione d’acquisto. I dati di engagement ci forniscono il supporto in questa fase. Da qui, realizziamo una segmentazione del target di riferimento.
  3. Conversion: i contenuti mirano alla conversione, puntando su offerte dedicate al pubblico segmentato.
  4. Post-Purchase: creazione di contenuti che puntano alla fidelizzazione del cliente.

Attenzione però, creare una campagna di email marketing di successo potrebbe non essere semplice come credi. Ci sono molti facili errori che imprenditori e piccole aziende spesso commettono e che possono allontanare i potenziali clienti.

Ho sintetizzato alcuni consigli per creare e gestire il tuo email marketing di successo, arricchendo un mio post precedente su strategia di marketing digitale e newsletter.


Email Marketing boost strategy #1

Assicurati che i tuoi contatti siano aggiornati

Se stai gestendo una campagna di email marketing, vorrai raggiungere il maggior numero di clienti possibile. Prima di tutto, assicurati che i tuoi indirizzi e-mail siano aggiornati.

Oltre che perdere potenziali vendite, finirai per perdere tempo (e risorse) nella gestione del bounce rate del tuo sistema di posta elettronica: le mail non saranno recapitabili e verranno restituite al mittente.

Se hai un enorme database pieno di informazioni sui clienti, controllare ogni indirizzo email può sembrare un compito scoraggiante (ma doveroso!). Fortunatamente, ci sono servizi professionali che puoi utilizzare per controllare rapidamente ed efficacemente le informazioni sui tuoi clienti.

Puoi scegliere di adottare un CRM (un software di Customer Relationship Management) in cui conservare ordinatemene i contatti e le loro informazioni personali, nel pieno rispetto delle normative privacy. Questo è un ottimo modo per risparmiare tempo sulle tue campagne di email marketing!


Email Marketing boost strategy #2

Pensa al tuo pubblico – su quale target vuoi puntare?

Una delle cose più importanti da considerare quando si decide di inviare una campagna di email marketing è il pubblico di destinazione. Non voglio crearti del disagio, ma il tempo dei listoni da centinaia di migliaia di email a cui inviare indistintamente un’unica comunicazione è finito!

Se stai vendendo una vasta gamma di prodotti, allora è probabile che non tutti i tuoi clienti siano interessati. Se hai un database personalizzato ben organizzato, può esserti utile per raccogliere informazioni sui prodotti che i tuoi clienti hanno acquistato in passato, le categorie di età, informazioni geografiche e altro ancora. È il principio della clusterizzazione.

Puoi (devi) utilizzare questi dati per personalizzare le tue campagne di email marketing su clienti che sono più inclini ad acquistare qualsiasi cosa tu stia promuovendo.

Invia il messaggio giusto alla persona giusta nel momento giusto. Assicurati di aver segmentato correttamente il tuo database in vari gruppi o categorie

Immagina di aver appena lanciato un e-commerce di abbigliamento e hai un’offerta speciale sulle t-shirt da uomo di un certo marchio. Vorresti creare un elenco di contatti email per i clienti che meglio corrispondono a questa descrizione. Dai un’occhiata al tuo database clienti e scopri quali sono quelli più adeguati alla tua campagna email.

Naturalmente puoi utilizzare il database del tuo cliente per targetizzare più gruppi di clienti e creare liste di mail ben definite da utilizzare in futuro.


Email Marketing boost strategy #3

L’editing è la chiave

Puoi trascorrere tanto tempo a personalizzare le tue campagne di email marketing su un pubblico specifico, ma se la tua mail viene rilevata come spam, non viene caricata o ha un pessimo editing, probabilmente verrà eliminata o non verrà aperta.

Fortunatamente, ci sono alcune semplici accortezze che puoi applicare per rendere le campagne di email marketing piacevoli da leggere e (molto più importante) convertire l’apertura in traffico verso il tuo sito e, in ultima analisi, vendere.

Prima di tutto, scrivi un oggetto avvincente (o convincente). La maggior parte delle persone decideranno se aprire un’email semplicemente leggendo l’oggetto. Questo perché è la prima cosa che vedono! Scrivi un oggetto convincente, che accenni il contenuto della mail e i suoi vantaggi, meglio se breve (meno di 50 caratteri) e personalizzata (se puoi, inserisci il loro nome, salutali come se stessi incontrando il tuo vicino di casa). 

Un oggetto efficace induce un senso di curiosità, urgenza o eccitazione in chi lo legge.

POTRESTI ESSERE INTERESSATO A: 6 strategie di persuasione da sfruttare per il tuo marketing digitale


Email Marketing boost strategy #4

Occhio al testo

Assicurati di mantenere il testo semplice, senza esagerare. Consegna il tuo messaggio con frasi chiare e brevi. Se includi troppo testo, il cliente potrebbe annoiarsi e chiudere o cestinare la tua mail, perdendo così un’eventuale vendita.

Personalizza il tuo messaggio includendo il nome del tuo cliente all’inizio (così come hai fatto nell’oggetto). Sii cordiale e assicurati che il testo non sembri scritto da un robot, altrimenti rischi di perderlo. Dovresti anche includere informazioni importanti, come le ultime offerte attive, le categorie adatte al tipo di cluster a cui ti rivolgi o un link al prodotto di punta, con una call to action persuasiva.

Ricordati della regola WIIFM: What’s in it for me? – Quale vantaggio ne ricavo?. Assicurati che il contenuto della tua mail abbia un valore aggiunto per i destinatari che la ricevono. La regola WIIFM deve essere sempre presente e chiara per chi legge.

Devi leggere assolutamente: 10 fattori di posizionamento SEO essenziali per essere primo nei motori di ricerca


Email Marketing boost strategy #5

La potenza del visual

Alternare testo e immagini è un ottimo modo per rendere la tua email più leggibile e mantenere l’attenzione del tuo cliente. Questo dovrebbe includere un’immagine dei prodotti che stai promuovendo e brevi informazioni di descrizione.

EXTRA TIP: Aggiungere un link alla pagina del prodotto dalla tua immagine è un ottimo modo per invitare le persone sul tuo sito web o e-commerce.

Ma non esagerare troppo con le immagini, soprattutto se sono di grandi dimensioni e hanno un peso eccessivo: i client di posta elettronica dei tuoi clienti rileveranno la tua mail come spam o tentativo di phishing e la tua comunicazione finirà in un mucchio di email mai aperte perché segnalate come sospette.

Phishing – truffa effettuata online attraverso la quale un malintenzionato cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali, dati finanziari o codici di accesso, fingendosi un ente affidabile in una comunicazione digitale

Email Marketing boost strategy #6

Mobile è meglio, anzi essenziale!

Sempre più persone in tutto il mondo utilizzano smartphone per navigare su Internet. Nel 2016, Search Engine Land ha riferito che quasi il 60% del traffico di ricerca è generato da dispositivi mobili.

Non c’è dubbio che le persone utilizzano i loro cellulari non solo per cercare su Google: ignorare gli utenti da mobile sarebbe un grave errore! Assicurati che le tue email siano buone e siano ben visualizzabili da smartphone.


Email marketing di successo, ora tocca a te!

Questi sono solo alcuni dei modi per creare una campagna di email marketing di successo. Pensa attentamente a ciò che stai inviando e assicurati che sia qualcosa che i tuoi clienti vogliono davvero leggere.

Ricordati delle esigenze del tuo cliente e comunicagli che cosa stai offrendo in un modo amichevole ma efficace. Seguendo questi semplici suggerimenti e pianificando attentamente la tua campagna di email marketing, dovresti iniziare a ottenere un risultato soddisfacente.

Ti è piaciuto questo articolo? Inviami una richiesta di collegamento su LinkedIn!


Ti ringrazio per la lettura di questo articolo, ti chiedo solo un ultimo favore!

Ogni volta che mi impegno nella stesura di questi articoli lo faccio per tutti i lettori come te che sono interessati a ricevere utili consigli.

Ma avere un blog e mantenerlo porta via tanto tempo, per questo la più grande soddisfazione per me è ricevere condivisioni e commenti di critica positiva (e negativa)!

Per questo ti chiedo se puoi condividere l’articolo con la tua opinione al riguardo sui tuoi canali social (anche email, se ti va).

Ti basta copiare la URL e incollarla su Facebook, Instagram, Twitter, YouTube, ecc.

Se hai domande, sono a tua disposizione per rispondere.

Ti auguro una buona giornata!?

Ti piace questo post? Condividilo!