Scrivere per il Web: che differenza c’è con la scrittura su stampa?

Tempo di lettura: 6 minuti

Hai davvero capito cosa significa scrivere per il web?
Se sei qui, forse hai ancora qualche dubbio. Proviamo a risolverlo insieme.

Scrivere per il web in base a come si legge sul web

È vero, le persone leggono testi online (e tanto).
Ma hanno delle abitudini particolari quando si tratta di scorrere un testo in formato digitale. Sì, forse non si dovrebbe proprio chiamare lettura.

Gli utenti di un sito, un blog, una pagina Facebook o un post Instagram raramente leggono tutto il contenuto testuale. Dall’inizio alla fine.

Tante volte anche io leggo così i testi sul web. Immagino che anche tu lo faccia. Tranquillo! È tutto normale.

Abbiamo solo sviluppato ciò che i neuroscienziati chiamano instant gratification.

È come se noi esseri umani fossimo programmati per volere le cose, e per volerle subito. E con la scrittura per il web questo bisogno è diventato ossessivo.

Inoltre, online troviamo milioni di articoli e testi in competizione tra loro. Fanno a spallate a chi entra per primo nella nostra mente.

D’altronde la scrittura per il web ha un unico scopo:
attirare l’attenzione del lettore.

Se vuoi essere letto sul web è fondamentale che tu sappia scrivere per il web.

Ma non è solo questo.

Scrivere testi per siti e blog, articoli, titoli, didascalie e paragrafi è un’attività legata a doppio filo con la generosità e l’empatia.

Il segreto per fare copywriting risiede proprio nello scoprire e indagare bisogni e necessità del lettore.

Cosa significa scrivere per il web

La scrittura online non è paragonabile agli altri tipi di scrittura.

  • Romanzi
  • Articoli per la carta stampata
  • Approfondimenti per un magazine
  • Dialoghi per uno spot radio o televisivo

Scrivere per il web significa conoscere, imparare e seguire le regole della comunicazione digitale.

Copywriting, blogging, scrittura di testi per siti web aziendali o micro-copy per la navigazione dell’utente. La scrittura per la comunicazione digitale richiede conoscenze approfondite del MEZZO su cui si pubblica il testo.

Non basta saper usare un editor per blog o un qualsiasi altro programma di scrittura online per poter dire “io so scrivere per il web”.

È un po’ come gestire un ristorante: devi servire il pubblico giusto con la giusta portata. E colpire il loro palato senza guastare il pasto!

Perché oggi è così importante saper scrivere per il web?

Come afferma Luisa Carrada,

A lungo la scrittura è stata la vera cenerentola di Internet.
Stretta da una parte dalla programmazione e dalla tecnica, dall’altra dal predominio della grafica.

Eppure imparare a scrivere per il web è particolarmente importante e urgente. Perché, passata l’euforia per la novità del mezzo, su Internet oggi si cercano soprattutto i contenuti.

E poi perché, contrariamente all’editoria tradizionale, riservata comunque a pochi, su Internet possiamo scrivere e pubblicare tutti. Senza strettoie, senza ostacoli e persino senza soldi.

Scrivere per il web potrebbe essere qualcosa che prima o poi capita a tutti. A meno che tu non ti affidi ad un professionista che segue i testi e la comunicazione online della tua azienda per filo e per segno.

Se vuoi fare digital marketing, ti troverai ad avere a che fare con blog post, landing page, email marketing e ogni sorta di pagina web sulla quale il lettore può posare lo sguardo.

Anche scrivere il testo per un banner pubblicitario, per un annuncio display o per il pulsante di acquisto di un e-commerce comporta regole a cui sottostare.

Scrivere per il web: hai scelto da che parte vuoi stare?

Se fai marketing digitale ti sarai accorto che è in corso una guerra senza esclusione di colpi per essere sexy e attraenti con un post, un articolo o una newsletter.

Questo è ciò che fa la differenza quando scrivi per il web. Scegliere di far arrivare un determinato concetto oppure confondersi nella fiumana di parole, frasi, slogan e articoli online.

Molti autori, giornalisti, content writer, scrivono contenuti web molto interessanti ma senza applicare le tecniche di scrittura necessarie per essere visibili online.

Scrivere per il web: la differenza principale con la scrittura su stampa

SCRIVERE PER IL WEB ≠ SCRIVERE SU CARTA

Prima di tutto, il tempo di attenzione è diverso. Su carta, il lettore avrà tutta la sua attenzione da poterti concedere. Sul web, come detto prima, l’utente è molto meno concentrato e focalizzato su ciò che hai scritto.

Quando crei un contenuto per i lettori di un sito web, un blog o un social network, il pensiero deve essere sempre rivolto ai loro bisogni.

Il SEO copywriting, l’arte dello scrivere per il web, differisce significativamente dalla scrittura su carta. Se vuoi convertire il tuo pubblico in clienti devi prima comprendere quali sono le loro preferenze e abitudini.

Scrivere i testi per siti web, cosa consiglia Google?

Creare testi per le pagine che devono essere lette su un monitor o sullo schermo di uno smartphone è un lavoro a parte.

  • Cosa si aspettano di trovare gli utenti dal tuo testo digitale?
  • Il contenuto web che hai creato risolve il problema del lettore?
  • Aiuta in qualche modo a semplificare la vita delle persone a cui ti rivolgi?
  • Oppure la scrittura dei tuoi testi sul web è solo un modo per riempire il tuo sito, il tuo blog o le tue pagine social?

Pensaci.

La grammatica è importante, la sintassi è la base di partenza.
Ma non è l’unica cosa che conta.

Secondo Jacob Nielsen, uno dei padri della scrittura per il web, le persone non leggono il testo: lo scannerizzano. Solo il 20% del testo totale di una pagina è letto dall’utente medio.

Questo deve essere per te il pilastro della buona scrittura online.

Scrivere per il web: come migliorare?

Come ti ho anticipato, il linguaggio deve riferirsi all’utente. Non devi scrivere per te stesso. Non devi rivolgerti alla tua azienda, al tuo capo, ai tuoi colleghi.

E soprattutto, ricordati sempre: ciò che funziona per te, potrebbe non funzionare per il tuo pubblico.

Usa le PAROLE che l’utente capisce meglio e con cui ha maggiore dimestichezza. Parla come mangia (il lettore)!

Questo vale anche per l’ordine dei paragrafi e dei titoli che assegni ai testi e alle pagine web.

Evita contenuto ridondante. Se ripeti gli stessi concetti, gli stessi elementi o gli stessi link sulla stessa pagina, non aiuti il lettore a comprendere meglio. Spesso ottieni l’effetto contrario.

Un po’ come quando tua mamma ti ripete fino alla nausea che devi fare i compiti! Tu li fai? 🤔

Quando scrivi un testo per il web, dillo una sola volta ma dillo bene.

Evita i titoli (troppo) creativi. Scrivere in modo ambiguo o criptico potrebbe affaticare la lettura. Soprattutto se devi far comprendere un argomento non proprio conosciuto e alla portata di tutti.

Sull’ homepage di un sito web è bene scrivere un testo

  • semplice
  • chiaro
  • diretto

Esplicita sempre gli acronimi (tranne quelli più banali come TV, DVD, SMS) ed evita di usarli come link di navigazione.

Scrivere per il web sfruttando l’ Indice Gulpease

L’Indice Gulpease è un punteggio di leggibilità di un testo calibrato sulla lingua italiana.

L’Indice Gulpease utilizza la lunghezza delle parole in lettere (anziché in sillabe) per calcolare un valore di decifrabilità. Gli inglese lo chiamano readability.

Creato nel 1988 dal GULP, Gruppo Universitario Linguistico Pedagogico dell’Università degli studi di Roma “La Sapienza”, si basa su rilevazioni empiriche raccolte tra il 1986 e il 1987. Che emozione, in quei mesi nascevo io!😂

Sono due le variabili linguistiche considerate dall’indice di Gulpease:

  • la lunghezza della parola
  • la lunghezza della frase rispetto al numero delle lettere

Questa è la formula per calcolare l’Indice Gulpease dei tuoi testi online:

scrivere per il web indice di gulpease facile web marketing

I risultati sono compresi tra 0 e 100, dove il valore “100” indica la leggibilità più alta e “0” la leggibilità più bassa. In generale risulta che testi con un indice

  • inferiore a 80 sono difficili da leggere per chi ha la licenza elementare
  • inferiore a 60 sono difficili da leggere per chi ha la licenza media
  • inferiore a 40 sono difficili da leggere per chi ha un diploma superiore
Scala Gulpease Scrivere per il Web Nicola Onida Facile Web Marketing
Leggibilità di un testo secondo l’indice Gulpease.

Scrivere per il web: come fare con i testi del sito o del blog?

Qual è la differenza tra scrivere testi per un blog e per un sito web?

I contenuti di un blog, in linea di massima, sono degli articoli. Mentre quelli di un sito web (che potrebbe essere un sito vetrina, un portale, un e-commerce) sono testi statici.

Per funzionare bene, un blog ha bisogno di un piano editoriale. Un documento che comprende le linee guida per organizzare tutto quello che vuoi scrivere nell’articolo, tenendo in considerazione l’evoluzione continua del blog.

Hai il target, hai la mappa dei contenuti da sviluppare nel tempo, hai tutto ciò che serve per mantenere il ritmo delle pubblicazioni. Non hai bisogno d’altro.

Scrivere per il web vuol dire raggiungere le persone giuste con il messaggio. Quindi in ogni caso ti consiglio di avere sempre come riferimento il target. Forse l’ho già ripetuto? 😜

Scrivere micro-copy per il web

Vuoi portare i lettori verso le pagine più importanti del tuo blog o del tuo sito web?

Allora devi iniziare a curare tutte quelle porzioni di testo che dialogano con il lettore per condurlo verso determinati step di navigazione. Sono i così detti micro-contenuti per scrittura online. O micro-copy, come:

  • Titolo delle pagine
  • Call to Action (CTA)
  • Tagline
  • Caption
  • Anchor text
  • URL
  • Didascalie e testi alternativi delle immagini

Quante volte avrai letto Clicca qui, Leggi qua, Scopri di più?

Ecco, in realtà le etichette e gli anchor text devono saper spiegare qual è il testo che il lettore troverà nella pagina. Altrimenti rischi di mandarlo in confusione. Oppure non ispirare sufficiente fiducia per proseguire nel percorso di navigazione!

Anche nel caso dei micro-copy, dovrai essere bravo ad equilibrare le componenti della scrittura per il web: tono di voce, unicità del contenuto, valore aggiunto e qualità.

Rispettando questi pilastri, sarai in grado di scrivere testi online che soddisfano i tuoi lettori.

Lascia un commento

Vuoi scaricare GRATIS il mio ebook?

Guida pratica al Blog Aziendale importanza articolo blog

Guida Pratica al Blog Aziendale
Inserisci la tua email qui sotto per riceverlo subito.