SEO per aziende B2B: tecniche low-budget immediate ed efficaci

SEO per aziende B2B: cosa cambia rispetto al solito posizionamento online? Conviene o non conviene? E cosa conviene fare? Continua a leggere (trovi case study) e impara dagli esperti sul campo.

Cosa trovi in questo articolo:

Oggi voglio dedicare uno spazio doveroso alla SEO per aziende B2B. Lo faccio perché la fuori nel “business to business” è stra-pieno di realtà che lasciano sul piatto enormi opportunità di sviluppare gli affari. In maniera inconsapevole.

Inoltre, il B2B ha tutte le potenzialità per ben adattarsi al principio base della SEO: tempistiche lente di conversione. Se sei del settore, ti spiego perché e come fare SEO B2B.

Quando mi viene richiesta una consulenza, spesso vedo che molti professionisti non hanno una visione chiara su come integrare l’ottimizzazione per B2B nella loro strategia di marketing. Sì, molti hanno sentito parlare di SEO, sono consapevoli della sua importanza, e forse hanno anche investito in formazione o servizi in passato. Tuttavia, la percezione diffusa è quella di non riuscire a coltivare pienamente i benefici potenziali offerti dalla SEO per il loro business B2B.

Lascia che ti spieghi la SEO per aziende B2B.

Perché la SEO per aziende B2B è così importante

Il mondo B2B è notoriamente affollato e dinamico. Le aziende lottano incessantemente per guadagnare un vantaggio competitivo nel mercato. La visibilità online non è più un lusso, ma una necessità anche per chi non si rivolge al consumatore diretto. La SEO per aziende B2B può davvero fare la differenza tra lasciare che un potenziale cliente scivoli tra le dita o stabilire una partnership duratura.

Ma cos’è esattamente la SEO?

La SEO, o Search Engine Optimization, si riferisce all’attività di ottimizzare siti web per apparire tra i primi risultati dei motori di ricerca come Google.

In generale. gli e-commerce fanno largo uso di strategie e tecniche SEO. Ma per le aziende B2B, non si tratta solo di apparire nei risultati: è essenziale fornire risposte pertinenti e di valore alle domande specifiche dei potenziali clienti. In un mercato B2B caratterizzato da lunghe fasi decisionali, avere una solida strategia SEO B2B può fare la differenza tra essere notati o essere trascurati.

Caso-studio-Go-To-Sales-Banner-articolo-blog-Nicola-Onida-Facile-Web-Marketing-SEO-copywriting

Caratteristiche della SEO per aziende B2B

Mentre i consumatori potrebbero cercare una vasta gamma di informazioni, i decision maker nel mondo B2B spesso cercano soluzioni precise, risposte a problemi specifici o partner affidabili. Ora vediamo se la tua azienda è in grado di rispondere a queste semplici domande. Ti aiuteranno a comprendere se il tuo sito web è ottimizzato per guidare il tuo target di riferimento direttamente verso la tua offerta commerciale.

Sei ancora scettico sulla SEO per aziende B2B? Sentiamo:

  • Il tuo blog SEO B2B pubblica contenuti rilevanti che rispondono ai dubbi e alle domande dei tuoi clienti ideali?
  • Hai implementato le migliori pratiche di ottimizzazione per B2B per assicurarti che Google e altri motori di ricerca riconoscano il valore che offri?
  • La tua strategia SEO B2B tiene conto delle parole chiave specifiche del settore e delle intenzioni di ricerca dei decision maker?

La SEO per aziende B2B non è solo una questione tecnica. Si tratta di comprendere le esigenze del tuo pubblico. Fornire soluzioni corrette e posizionare efficacemente la tua azienda come leader nel tuo settore.

Strategia SEO per aziende B2B: di cosa NON stiamo parlando

Come accennato sopra, la SEO (Search Engine Optimization) si concentra sul posizionamento organico nei motori di ricerca come Google. Organico significa “naturale”. Quando il tuo sito appare nei risultati di ricerca grazie all’ottimizzazione, non paghi una tariffa per ogni click o visualizzazione.

L’ho spiegato meglio nell’articolo Come spiegare la SEO a tuo nonno

Non stai spendendo budget in adv per essere tra i primi risultati di ricerca. Questo posizionamento è il risultato del duro lavoro svolto insieme al tuo team di specialisti SEO, dove l’obiettivo principale è offrire valore reale e pertinenza ai visitatori.

E la SEA, invece?

Se scegli di destinare un budget per apparire automaticamente in cima ai risultati di Google per determinate parole chiave, stai entrando nel territorio della SEA, o Search Engine Advertising. Come suggerisce il nome, con la SEA paghi per la pubblicità, garantendo una visibilità immediata, ma a un costo. Sebbene sia simile nell’acronimo, la strategia dietro la SEA è profondamente diversa dalla SEO.

Il punto di intersezione tra SEO e SEA? La SERP (Search Engine Results Page)

Sia la SEO che la SEA convergono sulla stessa piattaforma: la pagina dei risultati di ricerca di Google. Ma come distinguerli? È semplice. I risultati organici (frutto della SEO) sono quelli che non portano l’etichetta “Annuncio”. Al contrario, i risultati derivanti dalla SEA sono chiaramente identificati da tale etichetta.

Strategia di marketing B2B: cosa dovrebbero scegliere le aziende?

Dipende!

Entrambe le strategie offrono benefici nel panorama digitale.

Mentre la SEO richiede tempo ma porta risultati a lungo termine – e costruisce una robusta fiducia agli occhi del pubblico – la SEA porta risultati immediati, ideali per campagne promozionali o lanci di prodotti. La chiave è comprendere le esigenze del tuo business B2B e costruire una strategia SEO B2B o SEA (o entrambe) che ti aiutano a raggiungere i tuoi obiettivi di business.

Per una strategia SEO b2b efficace, considera sempre il budget a disposizione e la sua sostenibilità nel tempo.

Quanto conta la SEO per aziende B2B

Negli ultimi anni, la presenza online è molto più che una semplice strategia di vendita e marketing per aziende B2B. In seguito alla digital transformation, il ruolo della SEO per aziende B2B spazia dalla visibilità del brand a forte leva per recruiting e talent attraction.

Secondo uno studio condotto da BrightEdge, il 64%, del traffico verso i siti B2B proviene dalla ricerca organica. Questo significa che oltre la metà dei visitatori su un sito B2B conosce il brand grazie ai motori di ricerca come Google.

seo-per-aziende-b2b-statistiche-traffico-organico-siti-web-b2b-Facile-Web-Marketing-Nicola-Onida-seo-copywriter-e-digital-marketing-specialist

Ma c’è di più. Immagina che i tuoi concorrenti emergano nella SERP Google prima di te. Questo non solo gli garantisce una visibilità superiore, ma li fa anche beneficiare di un flusso continuo di traffico gratuito. E quando dico gratuito, parlo di visitatori che arrivano senza spendere un centesimo in pubblicità a pagamento.

Quanto sta perdendo la tua azienda B2B senza SEO?

Ora, mettiamola così: ogni visitatore che arriva al sito di un tuo concorrente attraverso la ricerca organica potrebbe essere un potenziale cliente che tu hai perso. E ogni cliente perso potrebbe tradursi in una vendita che avrebbe potuto incassare la tua azienda.

Ignorare la SEO per aziende B2B è davvero ciò che continuerai a fare? Pensa a tutti quei professionisti di livello che oggi vogliono lavorare nel B2B e sono alla ricerca di aziende autorevoli. Aziende che sostengono il valore del brand attraverso una strategia di blog aziendale ottimizzato per i motori di ricerca. Le persone oggi non cercano solo un buon stipendio e benefit adeguati. Vogliono avere una brillante carriera all’interno di realtà thought-leader del settore.

Ecco perché riconoscere l’importanza di una solida strategia SEO nel proprio arsenale di marketing.

Quanto costa la SEO per aziende B2B

Parlare di SEO per aziende B2B significa inevitabilmente affrontare una delle questioni più pressanti:

qual è l’investimento da sostenere?

E, altrettanto importante, come e quando si vedranno i ritorni? La verità, come spesso accade nel mondo del digital marketing, è un po’ complessa.

Prima di tutto, considera la SEO come un investimento “a lunga gittata”. Non stiamo parlando di un’attività da risultati immediati. L’ottimizzazione per B2B, in particolare, può richiedere un impegno prolungato nel tempo. Ci possono volere molti mesi, forse 9 o anche 12, prima di vedere significativi progressi nei ranking e nei risultati tangibili in termini di traffico e conversioni. Ma quando questi risultati arrivano, spesso superano le aspettative.

Il motivo per cui la SEO per aziende B2B richiede un investimento sostenuto nel tempo è dovuto alla complessità delle attività. Non si tratta semplicemente di produrre contenuti o fare qualche modifica tecnica al sito.

È essenziale investire in un professionista che si occupi di tutti gli aspetti tecnici e contenutistici del progetto SEO. L’esperto sa dove concentrarsi, evitando di sprecare tempo e risorse. Soprattutto, l’esperto sa cosa NON fare. Ovvero tutto quello da evitare per affossare il sito web dell’azienda. Perché è facile vedere un sito crescere dal punto di vista delle visite organiche. Viceversa, quando non cresce potrebbero essere state fatte delle azioni dannose a livello SEO.

Ok ma i costi? Quanto devo sborsare? Ipotizzando un investimento in paid advertising (campagne Google, Facebook e Instagram), il costo compolessivo potrebbe avvicinarsi ai 25 mila euro all’anno. Una seria e continuativa collaborazione SEO si aggira intorno a questa cifra.

SEO per aziende B2B: da dove iniziare

Prima di iniziare a pubblicare articoli sul blog SEO B2B e distribuire contenuti a raffica, è fondamentale ideare un piano strategico. Questo piano dovrebbe essere basato su:

  1. ricerche di parole chiave approfondite
  2. analisi della concorrenza
  3. comprensione del pubblico di riferimento.

Una strategia SEO B2B ben congegnata è quella che guiderà tutte le successive attività.

Senza scordare l’importanza del monitoraggio e dell’analisi. Utilizzando un tool di analytics come Google Analytcs o Google Search Console, è fondamentale tracciare le attività a scadenza trimestrale e monitorare costantemente i contatti generati dal traffico organico. Solo in questo modo puoi garantire che la tua strategia SEO B2B sia effettivamente efficace e che il tuo investimento stia portando a un ritorno tangibile.

Ricorda: la SEO per aziende B2B non è un costo, ma un investimento. Un investimento nella visibilità, nella credibilità e, in ultima analisi, nella crescita del tuo business nel mondo digitale.


Guida-Blog-Aziendale-scarica-risorsa-gratuita-Nicola-Onida-Facile-Web-Marketing

Potenzia il tuo business con il Blog Aziendale! La guida gratuita per iniziare a monetizzare e rendere visibile su Google la tua attività. Ideale per imprenditori e professionisti.


SEO per aziende B2B: 6 step da seguire

Quando si tratta di SEO per aziende B2B, l’approccio differisce sensibilmente rispetto a quello che si potrebbe avere con attività B2C. Seguire con costanza, perseveranza e analisi questi suggerimenti può portare enormi benefici a lungo termine.

  1. Rivaluta il tuo sito web

Considera il tuo sito non solo come una semplice vetrina online, ma come una risorsa cruciale per attirare e coinvolgere i tuoi clienti. Un sito che non parla al tuo target di riferimento è come una vetrina vuota in una strada trafficata.

  1. Comprendi il tuo pubblico

Analizza la domanda e individua le parole chiave essenziali legate ai tuoi servizi. Coinvolgi il tuo team in sessioni di brainstorming per capire le esigenze dei clienti e le possibili query di ricerca.

  1. Analizza i competitor

Osserva come i tuoi concorrenti si presentano online. Identifica le loro strategie e come si posizionano nei risultati di ricerca. Ma anziché copiarli, pensa a come superarli, presidiando le stesse parole chiave e offrendo contenuti di maggior valore.

  1. Informazioni chiare e trasparenti

Assicurati che le informazioni cruciali, come dati di contatto, servizi offerti e presentazioni aziendali, siano facilmente accessibili e configurate correttamente per la Local SEO per aziende B2B.

  1. Pubblica contenuti di qualità

Creare contenuti di qualità non significa solo scrivere bene, ma significa creare contenuti che rispondano alle domande degli utenti e li guidino verso una determinata azione. Il blog aziendale, in particolare, è uno strumento potente che può ampliare la tua presenza online, migliorare la SEO e costruire una relazione duratura con i tuoi clienti.

  1. Collabora con esperti

La SEO non è una corsa, ma una maratona, e necessita di una strategia chiara. Se non hai le competenze interne, affidati a un professionista del settore. L’investimento in un esperto SEO che comprenda le sfumature della tua industria può fare la differenza tra un’ottima visibilità online e restare nell’ombra.


Ti ringrazio per la lettura di questo articolo SEO per aziende B2B?.

Ogni volta che mi impegno nella stesura di un blog post, lo faccio per tutti i lettori come te che sono interessati a ricevere utili consigli sul digital marketing.

Ma avere un blog e mantenerlo porta via tanto tempo, per questo la più grande soddisfazione per me è ricevere condivisioni e commenti di critica (positiva e negativa)!

Per questo ti chiedo se puoi condividere l’articolo con la tua opinione al riguardo sui tuoi canali social (anche email, se ti va).

Ti basta copiare la URL e incollarla su Facebook, Instagram, Twitter, YouTube, ecc. oppure usare le icone social che trovi qui sotto. Se hai domande, sono a tua disposizione per rispondere. Grazie di cuore.

Ti auguro una buona giornata!

Grazie per aver letto l'articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chi è Facile Web Marketing

Picture of Nicola Onida

Nicola Onida

Ho fondato Facile Web Marketing nel 2017. Mi occupo di Digital Marketing, scrittura per il web e strategie di crescita Online per aziende, PMI e professionisti.

Scopri chi sono

Come posso aiutarti

Gestione-Blog-Aziendale-Facile-Web-Marketing-Nicola-Onida-SEO-Copywriter

Guest Blogging

Possiamo aiutarci scrivendo articoli di valore tu per il mio blog e io per il tuo? Scrivimi! Iniziamo da subito a collaborare.

Ricevi 1 volta al mese un approfondimento su Digital Marketing e SEO.

Iscriviti alla Newsletter

Cerca un argomento