Strategia di digital marketing, da dove iniziare?

Da dove partire per progettare una strategia di digital marketing?,

Oggi voglio spiegarti per filo e per segno come iniziare a lavorare per il tuo brand o per la tua azienda con il marketing digitale.

Molti clienti mi chiedono spesso come possono iniziare a strutturare un piano di presenza digitale per il loro business. Come applicare una strategia di crescita aziendale con il digital marketing?

Magari già ci hanno provato e i risultati non si sono mai visti. In tanti avvertono che il digitale e il web offrono opportunità di business sempre più promettenti. Ma quando si tratta di scegliere e applicare una strategia di digital marketing si sentono perduti.

In Italia, quasi 55 milioni di persone si connettono al web ogni giorno (il 92% della popolazione). Nel mondo sono circa 4,5 miliardi.

Come emergere con una strategia di marketing online?

Che tu sia una piccola, media o grande azienda oppure un libero professionista, la risposta non è mai semplice. La strategia di digital marketing che potresti scegliere tra le migliaia a disposizione, potrebbe non essere quella giusta. Tutto sta nel fare chiarezza sul vasto universo del digital marketing.

Sappi fin da subito che progettare una strategia di digital marketing non è una passeggiata. Non lo è per le web agency o i professionisti di digital marketing che lavorano in questo settore da anni. Figuriamoci per un’azienda che non ha mai fatto web marketing o marketing online.

Da dove iniziare con il marketing digitale?

Pianificazione e budget sono sicuramente parti importanti da considerare in una strategia di digital marketing.

Può essere spesso impegnativo riuscire a stare al passo con i continui cambiamenti nel mondo del digitale. Nuove metodologie di promozione, nuove applicazioni o piattaforme, nuovi sistemi di lead generation e inbound marketing.

Strategia Digital Marketing dati popolazione mondiale web Facile Web Marketing

Tutto ciò rende il marketing digitale e una strategia di digital marketing, una vera corsa a ritmi sostenuti.

La maggior parte degli esperti che lavorano nel digital marketing spendono una notevole quantità di tempo per analizzare i punti focali di una strategia di marketing digitale come:

  • investimenti e budget,
  • allocazione delle risorse,
  • panorama dei competitor.

Pianificare, è il segreto per una strategia di marketing digitale vincente

Quel che ripeto sempre ai miei clienti è che una pianificazione adeguata può fare la differenza per una strategia di digital marketing di successo. In pochi ci credono ma è davvero così.

Spesso per evitare fallimenti, spreco di denaro, campagne di marketing online inefficaci, la pianificazione degli step e delle fasi che compongono il tuo processo di comunicazione digitale è la prima cosa che devi fare. Il digital marketing non è poi così differente dal marketing tradizionale. Gli aspetti che dovrai approfondire sono:

  • analisi del mercato di riferimento
  • il segmento di business
  • il tuo target di riferimento
  • la tua UVP, la Unique Value Proposition che contraddistingue il tuo prodotto da quello dei tuoi competitor

Mettiti comodo perché da questo articolo capirai meglio cosa significa fare marketing digitale. Ti spiegherò come poter procedere prima che tu o la tua azienda decidiate di intraprendere una strategia di comunicazione sul web.

Cos’è e cosa significa digital marketing?

Il digital marketing è la disciplina che si occupa di studiare e sviluppare il marketing di prodotti e servizi su canali digitali e online. Ciò richiede l’utilizzo di siti internet, canali web, social media, piattaforme e-commerce e altri strumenti che ti illustrerò più avanti.

Il digital marketing fa riferimento a tutte quelle attività di promozione di un brand e di commercializzazione di prodotti e servizi attraverso uno o più canali digitali.

Che differenza c’è tra digital marketing e web marketing?

Spesso marketing digitale e web marketing vengono usati come sinonimi, ma non è del tutto corretto. Parlare di marketing digitale e web marketing allo stesso modo non è gravissimo ma è sempre meglio fare la giusta distinzione.

La promozione web è solo una parte del digital marketing.

Con digital marketing si intendono tutti i sistemi di comunicazione e promozione che riguardano l’universo del digital. Il web o World Wide Web, inteso come rete internet, è uno di questi elementi.

Un modo per capire meglio cosa si intende per digital marketing consiste nel porre sotto il grande contenitore del marketing digitale le macro-discipline di web marketing, social media marketing, email marketing, ecc.

strategia di digital marketing differenza digital marketing e web marketing Facile Web Marketing

Cos’è una strategia di digital marketing?

Una strategia di marketing digitale è il processo a medio e lungo termine necessario a sviluppare la presenza online di un’impresa. Significa adottare un maniera strategica una serie di azioni che fanno parte di un piano di marketing digitale organizzato per fasi e obiettivi.

Si affianca alla strategia generale di sviluppo del business, considerando che ogni azienda ha le proprie caratteristiche peculiari che la differenziano sul mercato. Una valida strategia di digital marketing deve lavorare insieme alla business strategy di un’impresa per perseguire obiettivi di business comuni.

La strategia di digital marketing ha quindi a che fare con la costruzione di una presenza online che sostiene il business aziendale.

Digital Marketing vs Marketing Tradizionale

Contrariamente al marketing tradizionale, una strategia di digital marketing permette di promuoversi online, su internet, applicando principi di comunicazione pubblicitaria e di marketing non convenzionale.

Questo non vuol dire che i principi di comunicazione che si usano in una strategia di marketing digitale siano radicalmente diversi dal marketing tradizionale.

Pensa sempre che colui che riceve il tuo messaggio, che sia online o offline, è pur sempre un uomo in carne ed ossa (e mente).

La differenza la fanno i canali di comunicazione e il contesto nel quale il messaggio viene recepito dal destinatario. Se c’è una cosa che il marketing online ti da rispetto a quello tradizionale, è la garanzia di poter misurare il ritorno dell’investimento.

Grazie alla peculiare conformazione del web, puoi avere a tua disposizione una infinità quantità di dati che ti permettono di capire se il business trae beneficio dal piano di digital marketing. Così da correggere e migliorare la comunicazione digitale della tua azienda.

Pensa a uno spot radio o televisivo. Quanto puoi essere sicuro che chi ha ascoltato o visto il tuo spot abbia poi richiesto il servizio o il prodotto da te promosso? Nel marketing digitale l’analisi del target e il tracciamento della conversione si fa molto più stringente.

Quali sono i vantaggi di una strategia di digital marketing vincente?

La prima cosa che una piccola, media o grande azienda, deve capire del digital marketing, è questa: devi andare a colpire nel posto giusto al momento giusto. Parti dal presupposto che il tuo cliente è online. Non devi andare in giro a cercarlo, è lui che sta cercando te, ma ancora non sa che ci sei.

Quindi qual è lo scopo della tua strategia di digital marketing? Essere presente negli stessi canali in cui si trova il tuo cliente ideale. L’ideale sarebbe farti trovare online sempre pronto con una soluzione per lui. Perché hai ormai imparato a capire cosa vuole, perché ne ha bisogno e quanto è disposto a spendere per averlo.

Integrare una strategia di digital marketing nel tuo business ti permetterà di raggiungere un target mirato e interagire con questo nel momento di sua massima ricezione.

Indipendentemente dall’area geografica in cui ti trovi.

Grazie a una strategia di marketing digitale puoi tracciare, monitorare e analizzare le azioni dei tuoi utenti in tempo reale. Così da migliorare e ottimizzare le tue azioni e tattiche di marketing giorno dopo giorno.

Immagina di entrare in una grande sala comandi.

Strategia di digital marketing sala comandi Facile Web Marketing strategia di digital marketing

Il cartello affisso alla porta d’ingresso di questa sala dice “Digital Marketing Strategy”. Qui dentro, in base alle tue scelte di business, compi determinate azioni di marketing.

Sei tu che comandi. E decidi quali risultati vuoi raggiungere.

In base ai tuoi obiettivi di business, dovrai essere in grado di sviluppare un piano di digital marketing che vada a toccare i giusti pulsanti dell’enorme tastiera che trovi nella tua sala comandi.


Omaggio blog coaching Nicola Onida guida Blog Post

Perché il mio blog non cresce?
Ti offro consigli pratici e soluzioni semplici da applicare al tuo blog o al tuo sito web.
SCOPRI IL MIO BLOG COACHING
In omaggio la guida Blog Post Ottimizzato in tempo Zero


Quali sono gli strumenti di una strategia di digital marketing

Come già accennato, il digital marketing ha come obiettivo quello di creare coinvolgimento nei propri utenti portando visite (traffico organico) al tuo sito web. Oppure coinvolgere l’utente tramite campagne a pagamento online. In entrambi casi l’obiettivo ultimo è quello di portare il cliente all’acquisto dal canale online della tua azienda.

Per farlo, il digital marketing si serve di diversi canali di comunicazione. Sia il web in senso lato, che i social media, che lo sviluppo di apposite applicazioni. Ma anche strumenti diversificati.

Ecco quali sono i principali strumenti utilizzati in strategia di digital marketing.

Utilizzare la SEO nella strategia di digital marketing

Si tratta di uno degli acronimi più utilizzati negli ultimi anni, molto spesso a sproposito. In questo articolo ho spiegato in maniera molto semplice cosa è la SEO, dovresti leggerlo!

Nella SEO rientrano tutte le tecniche utilizzate per ottimizzare un sito web per i principali motori di ricerca e per gli utenti che fanno ricerca sul web.

Sinteticamente, la SEO si occupa di individuare le keyword (parole chiave) che, in base ai volumi di ricerca (calcolati sul numero di clic al mese) potrebbero garantire maggiore traffico – visite – al tuo sito web.

All’interno della SEO si distinguono le attività di SEO onsite o on page – vale a dire gli interventi apportati sul codice per renderlo più agile al controllo degli spider di Google – e quelle di SEO offsite (meglio nota come Link Building) che permette la creazione di una rete di collegamenti da siti della medesima nicchia di mercato che rimandano al tuo sito.

Potresti essere interessato a leggere: come potenziare il tuo digital marketing con una strategia SEO efficace, la guida definitiva.

Ti faccio un esempio:

Immagina di voler posizionare una pagina del tuo sito web per l’argomento “Scarpe da donna”. In via preliminare il SEO Specialist analizza lo status quo del tuo sito web con appositi tool. Successivamente ti potrà suggerire come migliorare il testo della pagina inserendo delle parola chiave come “scarpe basse da donna” piuttosto che “scarpe da donna”. Questo perché la prima soluzione viene maggiormente cercata e intercetta in maniera più esatta l’intento di ricerca degli utenti su Google.

SEM e strategia di digital marketing

Avrai già sentito parlare di SEM e pay per click (PPC). Spesso SEM è confuso con SEO, ma sono due cose ben diverse.

SEM ≠ SEO

Strategia Digital Marketing differenza sem e seo Facile Web Marketing

Il SEM è Search Engine Marketing, mentre SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization.

Search Engine Marketing è l’insieme delle strategie attuate per vendere un prodotto sui principali motori di ricerca. In sostanza si paga Google per risultate in cima alla pagina dei risultati di ricerca per una determinata parola chiave.

È chiara la stretta correlazione tra SEM e SEO. Entrambe le attività di digital marketing si sviluppano su Google. Tuttavia c’è una finalità leggermente diversa tra SEM e SEO. Se la search engine optimization ha come scopo quello di portare traffico organico (non a pagamento) al tuo sito web, il search engine marketing è focalizzato sul traffico a pagamento.

Il SEM ti farà avere visibilità immediata grazie alle aste su Google Advertising per le diverse parole chiave su cui deciderai di puntare. Le inserzioni e gli annunci sponsorizzati su Google ti saranno utili per poter concorrere con i tuoi competitors online.

La possibilità che il tuo sito o quello della tua azienda ottenga maggiore visibilità è elevata. Se impostate correttamente, le campagne SEM produrranno un ritorno sui tuoi investimenti (ROI), generando così profitto per l’azienda.

Il Paid Advertising per una strategia di marketing digitale

Con paid advertising si fa riferimento a tutte quelle attività a pagamento e di promozione a carattere commerciale di un brand. Tra cui anche il SEM che ti ho spiegato sopra.

In particolare, in base ai tuoi obiettivi di business (in una strategia di marketing digitale, KPI,Key Performance Indicator) che vuoi raggiungere è possibile distinguere:

CPC

Costo per Click: meglio noto come PPC, Pay Per Click. Identifica il costo da pagare per ogni click ricevuto durante una campagna pubblicitaria. Impostare una campagna marketing su questo presupposto è in genere vantaggioso per chi decide di investire. Il pagamento della campagna avviene solo al raggiungimento di un obiettivo fissato sui click ricevuti.

CPM

Cost per Mille: meglio conosciuto come Cost per Impressions. Identifica il costo da corrispondere al raggiungimento di 1000 visualizzazioni (impressions) per una campagna pubblicitaria online.

Esempio per distinguere in maniera più chiara il concetto di click da quello di visualizzazione. Il CPM si verifica quando un sito web compare nella pagina dei risultati di Google – a prescindere dalla posizione assunta – mentre il CPC quando l’utente clicca ed entra sul sito.

Da un punto di vista temporale, l’impression è precedente e prerogativa fondamentale del click stesso. Non esiste click senza impression, Viceversa, possono esistere tantissime visualizzazioni senza verificarsi click successivi.

Questo è un aspetto della conversione dell’interesse dell’utente da lettore a lead. I fattori che possono dissuadere un utente dal procedere nella navigazione sul sito sono numerose.

CPA

Cost Per Action: o anche Cost per Acquisition. Identifica il costo da pagare per il completamento di un’azione che può essere il click sul sito, la registrazione sul portale, la vendita di un prodotto o servizio.

CPL

Cost Per Lead: è il costo per il completamento di un form di contatto o la sottoscrizione ad una newsletter. Il CPL è un sotto-insieme del CPA. Viene utilizzato soprattutto da aziende che desiderano implementare il proprio database di contatti. O per costruire il profilo del proprio utente ideale.

Queste sono le tre tipologie di media che compongono una strategia di digital marketing: proprietari, a pagamento o condivisione (passaparola). Una buona strategia di marketing digitale prevede un mix più o meno equilibrato di tutte queste tipologie.

Display Advertising per una strategia di digital marketing

Il display advertising è una tecnica di marketing digitale che prevede l’utilizzo di spazi a pagamento sotto forma di grafica. Su particolari siti web esistono aree di advertising dedicate a contenuti sponsorizzati e di interesse per l’utente.

Sotto forma di immagine, foto, video, testi grafici o animazioni, si promuove un prodotto o servizio.

Esempio di display advertising: supponiamo di essere un sito di abbigliamento che punta alla vendita di vestiti per bambini. Qualora l’azienda volesse investire in una campagna di display advertising deciderà di comprare degli spazi all’interno altri siti web con core business affini. Potrebbero essere dei blog o dei forum di mamme. Qui promuoverà i propri prodotti con dei banner che presuppongono un contenuto visuale.

Questo genere di pubblicità può essere considerata la diretta “erede digital” dei cartelloni pubblicitari affissi per strada o sugli autobus.

Dal punto di vista tecnico è possibile distinguere varie tipologie di display advertising. In base alla collocazione che trovano all’interno del sito che le ospita. :

  • Una prima tipologia è costituita dai banner ovvero un’immagine a striscia (in inglese banner significa proprio bandiera) collocata in diversi punti del sito web che la ospita. Cliccando sul banner – che può essere statico o dinamico – si prosegue verso l’offerta pubblicizzata su un nuovo sito web.
  • Un’alternativa più invasiva è costituita dai pop-under / pop-up ovvero elementi pubblicitari visuali che compaiono automaticamente durante la navigazione di un determinato sito.
  • Ultima tra le principali varianti è l’ interstitial ovvero pubblicità in Javascript che compare nella parte superiore della schermata dell’utente. Molti simile alla finestra di dialogo di avviso sui cookies, può essere chiusa cliccando sulla X.

Strategia digital marketing e Content marketing

Tra gli strumenti del Digital Marketing è possibile annoverare anche la disciplina che si occupa di redigere testi o contenuti che favoriscano il coinvolgimento degli utenti.

Da non confondere con il copy, il content marketing ha come finalità quella di accrescere la brand identity, la web reputation e il personal branding attraverso una strategia di condivisione multicanale. Il content marketing punta a favorire, nella sua fase di conversione, la monetizzazione del sito web stesso.

Esempio di content marketing per e-commerce. Torniamo all’abbigliamento per bambini. Una strategia di contente marketing svolge una funzione predominante quando si decide di puntare sul blog del sito. Una sezione news, magazine, approfondimento curata in maniera dettagliata fa da calamita verso potenziali clienti. Il content marketing si inserisce nella logica del Marketing Funnel costituendo una delle strategie di inbound marketing più efficaci.

Una strategia di digital marketing basata sul content prevede la pubblicazione di testi redatti con tecniche SEO. Questi aiutano l’utente a prendere una decisione nel ZMOT (Zero Moment Of Truth).

Ovvero quando chi cerca su Google NON si è ancora fatto un’idea definita riguardo un determinato argomento. Sta cercando informazioni che definiscano meglio la sua propensione all’acquisto.

La tipologia di testo che può essere creata, sostanzialmente, non ha limiti: ci si può “limitare” al semplice testo evergreen che garantisce sempre visite, oppure optare per una news aziendale in fine passare alle schede prodotto degli e-commerce o a quello per le newsletter.

Email Marketing e strategie di marketing digitale

Le email promozionali sono state uno dei primi strumenti utilizzati in una strategia di digital marketing. Sotto forma di campagne dirette, di newsletter di email transazionali, ecc.

Nonostante una lunga storia alle spalle, le DEM hanno recentemente cambiato molto la propria struttura interna e il proprio approccio nei confronti del destinatario.

Anche a te sarà capitato di cestinare una email ancora prima di leggerla? Gmail scheda automaticamente quelle che ritiene “Promozioni” e le archivia in una sezione apposita senza addirittura che compaiano nella dashboard principale.

Provocando la frustrazione di milioni di Email Campaign Manager nel mondo!?

Negli ultimi anni chi studia e redige le email da inviare a prospect e clienti ha avuto il suo bel da fare. Un tempo di prendeva un bel listone di email, magari contatti acquisiti da terze parti o tramite una campagna SEM di CPA (vedi sopra). Si scrivevano quattro / cinque righe con poco senso concreto e si inoltrava a tutti. Indistintamente.

Non fare quella faccia, prima le strategie di digital marketing non esistevano. I testi erano molto “standardizzati”, Oggi si punta alla creazione di contenuti emozionali anche per l’email marketing. Contenuti che sappiano coinvolgere davvero l’utente e che siano utili per lui.

La personalizzazione del testo è diventata fondamentale, a partire dall’oggetto della mail e dall’intestazione. Siamo passati da “Gentile utente” a “Ciao Martina”. Questo perché il destinatario deve sentirsi coinvolto dal brand nella propria individualità.

Avere un rapporto più umano anche in una strategia di digital marketing con DEM e email rende l’utente meglio predisposto nei confronti della tua azienda.

Oltre a un linguaggio ad personam, le email sono spesso correlate da immagini che rispecchiano la situazione della nostra buyer persona.

Esempio di digital marketing strategy con email marketing. Poniamo il caso che il nostro e-commerce di abbigliamento per bambini volesse inviare un codice sconto alle mamme via email. Per ottenere un buon tasso di conversione dovrà inviare delle email customizzate in base alle abitudini d’acquisto delle mamme.

Sarà opportuno che il tuo email marketing manager suddivida le liste di invio in base ai dati acquisiti dal tuo CRM. Come ad esempio età della mamma o del bambino.

Anche le immagini hanno la loro capacità di persuasione. È sempre meglio inserire foto commerciali dove le persone indossano o usano il prodotto che vuoi vendere. Mai far vedere i prodotti da soli. Ciò che è importante non è solo l’oggetto che vendi, ma il contesto in cui viene utilizzato.

Omaggio blog coaching Nicola Onida guida Blog Post

Perché il mio blog non cresce?
Ti offro consigli pratici e soluzioni semplici da applicare al tuo blog o al tuo sito web.
SCOPRI IL MIO BLOG COACHING
In omaggio la guida Blog Post Ottimizzato in tempo Zero

Il consiglio da tenere sempre a mente però è sempre e solo quello: lavora sull’oggetto dell’email perché sarà quello che deciderà se verrà aperta.

Social Media Marketing e digital marketing strategy

Negli ultimi cinque anni, i social network sono cresciuti in maniera spaventosa ed esponenziale. Pensa che su Instagram nel 2012 venivano pubblicate 3.600 foto in 60 secondi. Oggi si superano i 46.000 post al secondo.

Il dato importante non è solo il numero di post pubblicati, le condivisioni, le stories o i tweet sui social. Ma il fatto che se non presidi i social network non ti conosce nessuno.

La diffusione capillare dei social network nella nostra quotidianità è ormai palpabile. Ciò apre più di uno spiraglio alla vendita sui social o quanto meno alla costruzione o il potenziamento del brand.

Avere una vita parallela sui social è un’occasione di crescita per le aziende che vogliono farsi conoscere in maniera veloce ed efficace.

Creare una pagina aziendale su LinkedIn per allargare la rete di contatti e condividere news aziendali è uno dei primi passi per implementare una strategia di digital marketing sui social.

In questo modo inizi a raccogliere dati fondamentali sugli utenti che popolano la piattaforma social b2b. Facendo un buon lavoro, puoi conoscere sesso, età, abitudini. Tutte queste informazioni – elaborate con tool dedicati – sono studiate e utilizzate per massimizzare le performance delle campagne social.

Digital PR per strategie di digital marketing

Le Digital PR sono il corrispettivo online delle Public relations.

L’obiettivo è quello di dare maggiore visibilità ad un’azienda o un brand con la creazione e la condivisione di informazioni virali. Ai contatti giusti!

Consigli efficaci per una strategia di digital marketing

Quello che hai appena finito di leggere è l’universo del Digital Marketing visto da un grande telescopio. Con la pianificazione e al giusta dose di tecniche di digital marketing puoi portare al successo online qualunque business.

Che sia una grande o piccola azienda, di qualsiasi settore. Valuta le risorse e le energie da spendere in ognuna di queste attività. Non c’è nessun segreto, solo costanza, analisi, test e strategia.

Ecco alcuni consigli per aiutarti a pianificare in anticipo, nel momento in cui crei la tua strategia di marketing digitale.

Come raccogli e utilizzi i tuoi dati per il marketing digitale?

Ci sono così tanti dati disponibili sui tuoi clienti, sul pubblico e sulla concorrenza nella tua strategia digitale per sviluppare un vantaggio competitivo.

Dai dati delle parole chiave e dal raggio del pubblico a quelli demografici e psicografici. La parte importante è: assicurati di capire chi è il tuo cliente e dove trovarlo. Comprendere questo ti dà la visione più precisa della potenziale portata e della visibilità.

Esempio: se la tua azienda vende gioielli femminili di fascia alta, il targeting per le donne di oltre 30 anni con un reddito superiore a sei cifre sarebbe adatto agli annunci su Facebook adv (e Instagram).

Con l’utilizzo dei dati per una digital marketing strategy puoi disporre di interessi, affinità del target, fiducia nel brand, competitors rilevanti. E molte altre informazioni.

Oltre a questo approccio, è possibile selezionare blog di settore per progettare campagne di display adv, affiliate marketing o influencer marketing per generare maggiore visibilità e lavorare sulla brand awareness.

Che tipo di dati si puoi raccogliere?

Comprendere il flusso del cliente sul tuo sito aiuterà a identificare i modi per convertire questi visitatori in clienti o utenti. È possibile trovare intuizioni significative attraverso i dati comportamentali del cliente.

Uno strumento come Crazy Egg può identificare l’interazione con i clienti in una determinata pagina in modo da aumentare la probabilità di far convertire i clienti dove tu lo desideri.

Oppure puoi utilizzare uno strumento come MixPanel per scoprire dove le persone stanno abbandonando i tuoi canali di acquisto; riducendo questo calo aumenti i tassi di conversione, il che poi porta a maggiori entrate.

Una volta che hai imparato come il tuo cliente interagisce con le pagine del tuo sito, potrai davvero migliorare i tuoi messaggi, le call-to-action e il funnel d’acquisto. Questo renderà l’esperienza sul tuo sito divertente, semplice e senza sforzo, cosa che porta ovviamente a maggiori entrate.

Identifica l’investimento e le risorse necessarie per raggiungere ciò che ti serve

In genere le aziende cominciano a investire in una strategia digitale ma non si rendono conto di tutti i pezzi di cui hanno bisogno.

Potresti avere bisogno di un SEO specialist o di risorse per la progettazione di contenuti per il marketing online come un web copywriter. L’investimento potrebbe essere dinamico e aumentare o diminuire in base al relativo successo delle campagne.

Pensa a come pianificare la strategia dei tuoi contenuti

Il contenuto deve essere creato e sfruttato in tutti i canali in maniera efficace. Non puoi più pensare a qualcosa di svincolato; avere una strategia globale di content marketing è una necessità.

Strategia di digital marketing pianificare digital marketing strategy Facile Web Marketing

I tuoi contenuti possono essere condivisi tramite un post sul blog, considerando il targeting SEO per specifiche keywords e, allo stesso tempo, possono essere utilizzati in una newsletter per guidare o recuperare potenziali clienti all’interno del tuo marketing funnel.

Tutto deve essere collegato. Ciò fa si che il content marketing sia parte fondamentale della tua strategia di marketing digitale, facendo percepire il tuo business ben integrato. Questo aiuterà tutti i canali di marketing a crea una solida base organizzativa e, in ultima analisi, portare più conversioni.

Qual è la tua strategia di marketing omnicanale?

Se sei veramente capace di rendere integrati i tuoi contenuti, sarai in grado di fornire una perfetta esperienza di marketing omnicanale (multichannel) ai i tuoi clienti.

Il marketing omnicanale si contrappone a quello multicanale per la sua unitarietà nel messaggio di vendita, interdipendenza nell’interazione e comunicazione e approccio dinamica al consumatore

Quando il cliente visita il tuo sito, vede un’e-mail, ti trova attraverso il retargeting o addirittura lascia un’esperienza da desktop e torna via mobile, la chiave è che la sua esperienza ha una sensazione unificata, un messaggio coerente e ogni pezzo di materiale di marketing combacia l’uno con l’altro.

Prendiamo il caso di un rivenditore online; se si inserisce un elemento nel carrello di acquisto online e viene ricordato di concludere l’acquisto tramite retargeting o promemoria di posta elettronica, è molto più probabile che tu concluda l’acquisto.

Tutto ciò sta diventando la norma per acquisition e retention dei clienti. La migliore strategia digitale non è un gruppo di campagne uniche, idee di acquisizione rapida dei clienti o growth-hacking. Certo, questi potrebbero portare un rapido successo ma non sopportano la prova del tempo.

La tua strategia di marketing digitale dovrebbe essere guidata da un approccio olistico, da un’esperienza omnicanale senza soluzione di continuità e una voce unificata per la tua comunicazione aziendale.

In poche parole, hai bisogno che l’esperienza dell’utente e il client funnel siano semplici e il più possibile senza ostacoli. Ottenere questo risultato non è semplice, ma se imposti gli obiettivi, pianifichi e esegui in modo efficiente, la tua strategia digitale si trasformerà nella migliore customer experience.


Ti ringrazio per la lettura di questo articolo, ti chiedo solo un ultimo favore!

Ogni volta che mi impegno nella stesura di un blog post, lo faccio per tutti i lettori come te che sono interessati a ricevere utili consigli sul digital marketing.

Ma avere un blog e mantenerlo porta via tanto tempo, per questo la più grande soddisfazione per me è ricevere condivisioni e commenti di critica positiva (e negativa)!

Per questo ti chiedo se puoi condividere l’articolo con la tua opinione al riguardo sui tuoi canali social (anche email, se ti va).

Ti basta copiare la URL e incollarla su Facebook, Instagram, Twitter, YouTube, ecc. oppure usare le icone social che trovi qui sotto. Se hai domande, sono a tua disposizione per rispondere. Grazie di cuore.

Ti auguro una buona giornata!

Ti piace questo post? Condividilo!

Lascia un commento