5 strategie chiave di email marketing che massimizzano il tuo ROI

Gli ultimi 3 anni hanno dimostrato che l’email ha ancora un ruolo rilevante nella strategia di marketing digitale; è già stato dimostrato che l’email marketing è in grado di raggiungere livelli di ROI più elevati rispetto ad altri canali, come riportato dalle impressionanti statistiche di DC Financial Insights, 2015.

  • Il 77% dei clienti preferisce ricevere promozioni basate sul canale newsletter;
  • Solo il 6% dei clienti preferisce questi messaggi tramite i social media;
  • ROI del 3000% raggiunto via email nel 2012

Con molta probabilità ci si può attendere un ulteriore incremento sull’utilizzo dell’email marketing nei prossimi anni! In questo post ti illustro 5 strategie chiave per un email marketing di successo, utilizzate dai brand più famosi al mondo.

5 Suggerimenti chiave che massimizzano le tue campagne email

1. Realizza l’importanza dei buoni contatti

Le implicazioni derivanti dall’utilizzo di contatti vecchi o non inclusi nelle tue mailing list devono essere sempre considerati in una mente marketing oriented. Spamhaus controlla i mittenti e ha la possibilità di bloccare IP con gli ISP perciò ricorda di proteggere la tua reputazione e sii scrupoloso nella scelta dei tuoi contatti.

Considera di effettuare un check-up sulla saluta della tua mailing list di tanto in tanto, incrementa i tuoi contatti in maniera organica, facilita il processo di registrazione alla tua newsletter, incoraggia la registrazione via email e crea campagne di lead generation. Praticando questo tipo di attività percorrerai la giusta strada per mantenere una reputazione positiva del mittente.

2. Ottimizza per il mobile

A causa della crescente quantità di tempo trascorso online sui device mobile, l’ottimizzazione per smartphone è un elemento vitale per la tua strategia di email marketing. Per distinguerti dalla folla, devi essere focalizzato sull’ottimizzazione per dispositivi mobile; colpisci i tuoi destinatari con contenuti personalizzati nel posto giusto al momento giusto. Questo fa la differenza!

Fai attenzione a metriche come tasso di apertura e CTR, click-through rate per valutare il successo della tua mail. Con un affidabile CRM puoi visualizzare i rapporti sulle campagne che forniscono le metriche chiave. Se la tua email è stata inviata a un gruppo di prospects, visualizza chi ha aperto e cliccato sui tuoi link (o chi lo ha fatto più volte). Ciò può indicare che queste persone sono particolarmente interessate al tuo messaggio e possono essere hot leads – contatti con i quali hai grosse possibilità di interagire ulteriormente. Inoltre, considera l’utilizzo di Google URL builder per inserire link tracciabili all’interno della tua email in modo da poter visualizzare i clic e le conversioni con Google Analytics.

I clienti che effettuano transazioni su cellulari sono cresciuti rapidamente dal 19% nel 2011 al 52% nel 2016, tuttavia è importante non dimenticarsi completamente dei tuoi utenti desktop. Un aiuto in questo senso può arrivare da Google Analytics!

Assicurati che le tue e-mail diano il massimo sia sulla tecnologia mobile che desktop per mantenere tutti felici. Se il tuo budget lo consente, puoi utilizzare dei modelli di responsive design, altrimenti segui questi tre steps:

  1. Assicurati che la larghezza sia 300 – 400px
  2. Rendi il testo più grande in modo che sia facilmente leggibile, ad esempio min 12px Arial
  3. Riduci le immagini più piccole nel peso del file, così da non appesantire il download della mail.

Greggs riproduce brillantemente l’ottimizzazione per cellulari: in questo simulatore non solo la tua e-mail viene perfettamente riprodotta su un dispositivo mobile, ma utilizza un targeting all’interno della campagna.

3. Misura il successo – obiettivi a lungo termine e a breve termine

È sempre facile creare campagne di email marketing incredibili, ma come stai misurando il successo? Gli obiettivi a breve termine quali clic, tasso di apertura, apertura e conversione sono l’obiettivo principale. Ricorda tuttavia di non trascurare obiettivi a lungo termine come il valore della vita del tuo destinatario (life-time value), engagement, i referrals e la viralità delle tue campagne.

4. Unire canali online e offline

I canali online e offline dovrebbero essere come fratelli gemelli, quindi considera di utilizzarli per completare l’uno con l’altro, invece di considerarli separatamente. Il digitale rappresenta il 30% del fatturato totale del Financial Times, per cui è sempre più importante per l’azienda assicurarsi che i loro canali online e offline corrano sempre in parallelo.

Il retail è un grande esempio di fusione dei due canali; se sei un rivenditore perché non consideri una azione di lead generation nel tuo negozio fisico? La cronologia degli acquisti del cliente può essere utilizzata per personalizzare le tue campagne di email marketing!

5. Integra email and social media

L’integrazione di email e social media sta diventando sempre più vitale per le strategie di marketing digitale, ed è anche facilmente realizzabile. Abbraccia i social media e sfrutta l’opportunità di essere creativo, non solo aggiungendo i social sharing button alla tua email, dopo tutto è improbabile che i destinatari desiderino condividere tutta la tua newsletter. Invece, opta per l’aggiunta di link di condivisione social sui singoli articoli e contenuti, in questo modo i destinatari possono scegliere cosa condividere nella loro rete.

Quando i tuoi contatti si iscrivono alla tua newsletter sono in uno stato di forte concentrazione sul tuo brand. Sfrutta questo vantaggio inviando un’email di benvenuto immediato, suggerendo di dare uno sguardo al tuo brand su Facebook, Twitter, YouTube o Pinterest. I destinatari sono molto più propensi a seguire questa call to action quando il tuo brand è fresco nella loro mente.

I social media possono anche essere utilizzati come vero e proprio strumento di acquisition dei tuoi potenziali clienti- perché non progettare un form di iscrizione su Facebook che inserisce i dati direttamente nell’elenco della newsletter e che innesca direttamente l’email di benvenuto?

Per concludere

I tuoi clienti vogliono rimanere in contatto con te. Quando pensi a una strategia di email marketing devi essere in grado di fornire qualcosa di valore ai tuoi contatti. Senza un vero apporto qualitativo, difficilmente i tuoi contatti seguiranno le tue newsletter.

Tu come hai impostato la tua strategia di email marketing? Hai già adottato questi 5 consigli per massimizzare il ROI delle tue campagne? Scrivimi nei commenti la tua opinione!

Ti piace questo post? Condividilo!

Lascia un commento