Perchè il Web Marketing è come una partita a scacchi

6 semplici motivi per cui lavorare nel Marketing Digitale è come giocare una partita a scacchi

Gli scacchi sono un gioco di strategia. Lo sanno anche le scimmie degli spot in TV!

(Vedi video sotto)

E, se ci pensi bene, anche il web marketing lo è. Scopo del gioco degli scacchi è quello di catturare il re avversario. Il cosiddetto “Scacco Matto”.

Allo stesso modo lo scopo del marketing è quello di fare incetta di lead e conquistare il cuore del tuo cliente. Nel tuo lavoro nel mondo del marketing online, incontrerai tanti tipi di player. Proprio come nel mondo degli scacchi.

Avrai a che fare con novizi – quelli che giocano di rado e si buttano su qualsiasi mossa gli passi per la mente. Gli intrepidi – quelli che provano a seguire una parvenza di strategia calcolata ma falliscono non riuscendo a progettare lo scacco matto. Di tanto in tanto troverai anche i maestri, che pianificano le loro mosse future già qualche passo prima di spostare la pedina che tengono in mano.

Il web marketing come una partita a scacchi: ti spiego quali punti in comune hanno questi due nobilissimi giochi di strategia

1. Sei costretto a conoscere i pezzi della scacchiera

Come qualsiasi gioco che decidi di giocare, per iniziare a muovere i primi passi è necessario conoscere (bene) i movimenti dei pezzi del campo di battaglia. In questo caso la scacchiera. I pezzi degli scacchi sono i nostri punti di forza (gli unici a disposizione) per vincere la partita. Così i dati dei clienti e gli strumenti di marketing sono i nostri punti di forza nel marketing. Per questo devi fare buon uso delle risorse che hai a disposizione se vuoi ottenere grandi risultati.

Ogni pezzo della scacchiera (il pedone, la torre, il cavallo, l’alfiere e così via) rappresenta una delle tante attività di marketing digitale a cui ti puoi dedicare per le tue finalità di business. Per spiegarti meglio, il content marketing può essere la chiave per aumentare la tua brand reputation.

web marketing come partita a scacchi pezzi della scacchiera Facile Web Marketing

Il SEO copywriting o il pay advertising possono portarti dei grossi benefici in termini di posizionamento. Ma devi conoscerne i meccanismi di funzionamento e saperli gestire.

Perché non tutte le pedine si muovono allo stesso modo!

Ad esempio negli scacchi, i 16 pezzi totali che hai a disposizione per la tua partita, seguono queste regole:

  • Pedone: in una partita hai a disposizione 8 Pedoni schierati inizialmente tutti sulla stessa riga della scacchiera. Ciascun Pedone muove di una sola casella in avanti per turno. Ad eccezione della prima mossa della partita, per cui gli è concesso di muovere in avanti di 2 caselle. Il Pedone mangia qualsiasi pezzo avversario che si trovi in una casella diagonale a lui.
  • Torre: in una partita di scacchi hai a disposizione 2 Torri, posizionate agli estremi della prima riga della scacchiera. Le Torri muovono in verticale o orizzontale senza limiti di casella se non quello di incontrare altri pezzi (amici o nemici) sulla sua strada. La Torre mangia qualsiasi pezzo avversario che si trovi lungo il suo percorso di movimento.
  • Cavallo: in una partita di scacchi hai a disposizione 2 Cavalli, che si trovano sempre al fianco della torre. Il Cavallo muove di 4 caselle con la cosiddetta mossa a “L”. Significa che ovunque si trovi, può saltare in qualsiasi casella che risulti raggiungibile disegnando una L sulla scacchiera, fatta di 3 caselle più 1 laterale. La particolarità del Cavallo è che può letteralmente saltare i pezzi che si trovano sulla sua strada, purché la casella di atterraggio sia libera. Il Cavallo può mangiare solo un pezzo avversario che risulta nell’ultima casella con cui compie il suo movimento a L.
  • Alfiere: hai sempre a disposizione 2 Alfieri quando cominci una partita di scacchi. L’Alfiere muove solo in caselle diagonali senza limiti se non di incontrare altri pezzi (amici o nemici) sulla sua strada. L’alfiere mangia qualsiasi pezzo avversario che si trovi lungo il suo percorso di movimento.
  • Regina: la Regina (una sola per schieramento) può scegliere, a ogni suo turno, di muoversi come un Pedone, una Torre o un Alfiere. In pratica può muoversi (e mangiare) come tutti gli altri pezzi tranne il Cavallo. Questo le offre maggiori soluzioni di gioco e importanza ai fini della vittoria finale.
  • Re: il Re (anche lui, unico per ciascun schieramento) muove solamente di una casella per turno. Come il Pedone, ma a differenza di questo, può muoversi anche diagonalmente senza essere costretto a mangiare un pezzo avversario.

Devi assolutamente leggere: Strategia di digital marketing, da dove iniziare?

2. Devi studiare l’avversario

In una partita di scacchi è inutile muovere i pezzi semplicemente in risposta alle mosse dell’avversario. Se questo è il tuo modo di giocare, sappi che in realtà è l’avversario a controllarti.

Ti costringerà ad andare dove vuole lui, finché non ti metterà all’angolo per dichiarare scacco matto. Sai cosa sta succedendo? Che il tuo rivale ha studiato il tuo comportamento e sta adottando una strategia per arrivare al successo prima di te.

Affinché i tuoi obiettivi di marketing online siano vincenti, non puoi permetterti di non studiare i tuoi competitor. Tutt’altro! Ritagliati del tempo per essere sempre aggiornato su quello che fanno i tuoi avversari. Novità di prodotto, nuovi metodi di comunicazione e canali di acquisizione dei lead non devono sfuggirti.

3. Hai bisogno di una strategia per fare scacco matto

Un’altra similitudine tra gli scacchi e il web marketing, è che non puoi arrivare a dichiarare lo scacco matto in una sola mossa. Un giorno ti spiegherò come provare a chiudere una partita di scacchi in sole quattro mosse, ma questa è un’altra storia.

Nel marketing digitale devi sempre pianificare i tuoi “attacchi” e guidare il tuo obiettivo da una posizione di comando in cui puoi sempre seguire le mosse di gioco.

A volte sarai costretto a sacrificare qualche pedina lungo il percorso come parte della tua strategia. Ma non importa. Mira al tuo target con coscienza e ragionamento.

Utilizza i dati in tuo possesso sui tuoi utenti. Personalizza i messaggi e le comunicazioni che invii. Ascolta quello che hanno da dire sui tuoi prodotti. Analizza le metriche che riesci a raccogliere su engagement e sentiment nei confronti del tuo brand.

4. Hai poco tempo a disposizione e devi sfruttarlo al massimo

Sai che nei tornei tra professionisti, il gioco degli scacchi si disputa tenendo il tempo? Si utilizza uno stranissimo orologio con due quadranti che conta quanto impiega il giocatore a fare una mossa. Inoltre, quando un giocatore tocca i propri pezzi, è tenuto a muovere il primo tra quelli toccati.

Senza contare che ciascun giocatore deve annotare le mosse su un formulario con delle formule algebriche. Vedo già la gocciolina di sudore che ti scorre sulla tempia.

Capisci bene che giocare una partita di scacchi non è proprio un gioco da ragazzi. E non lo è pure per il web marketing manager. Nascono nuove tecniche di crescita e potenziamento del business quasi ogni giorno e tu non puoi permetterti di sprecare troppo tempo.

Ci sono growth hackers la fuori che riescono a posizionare una Start Up dall’oggi al domani soffiandoti la posizione nel mercato.

C’è un rimedio a tutta quest’ansia? Si! E si chiama Marketing Automation. Forse nemmeno immagini quanto tempo puoi risparmiare impostando una semplice strategia di marketing automation che fa al posto tuo quello che tu faresti in settimane di lavoro.

5. Devi pensare bene quale pezzo utilizzare per la tua prossima mossa

I migliori giocatori di scacchi così come i migliori web marketers riescono a vedere tutto ciò che fanno come un unico pensiero fluido e naturale. Si adattano e si perfezionano mentre giocano la loro partita. Il loro mantra è quello di innescare delle reazioni sugli utenti, calcolarne il ritorno e studiare la giusta metodologia per massimizzare l’investimento so ogni singolo cliente.

Sia nel gioco degli scacchi che nel business, le opportunità che si presentano devono essere adattate per trarne il massimo vantaggio. Nel caso degli scacchi, l’ambito Scacco Matto. L’esperienza è il modo migliore per apprendere l’arte dell’adattamento a metà percorso. Il punto successivo sarà esplicativo.

6. Vincere una partita non significa aver raggiunto il successo

Così come l’abilità di un giocatore di scacchi non si acquisisce in una sola partita, anche l’esperienza di un Digital Marketing Specialist si consolida nel corso degli anni. L’approfondimento dei concetti fondamentali e la capacità di applicazione di una strategia ben strutturata devono essere il tuo pane quotidiano.

Deve essere il tipico “un colpo al cerchio e uno alla botte“. Ovvero, da una parte hai bisogno di tempo per tenerti al passo con le novità e gli aggiornamenti di settore, dall’altra sperimenta e metti in pratica quello che impari giorno dopo giorno.

Ricordati, sia negli scacchi che nel marketing, se mai smettessi di imparare, ti ritroverai rapidamente in perdita rispetto ai tuoi competitor.

Ti serve un compagno di allenamento? Puoi sempre farmi un fischio! Scrivimi quando vuoi, organizziamo una partita di scacchi o scambiamo 4 chiacchiere su digital marketing!

Ti piace questo post? Condividilo!

Lascia un commento